IL GATTTO CERTOSINO



Allevare gatti certosini

Poter seguire la crescita di un gattino nei suoi primi mesi di vita è un'esperienza unica ed affascinante, ma e anche un enorme responsabilità, poiché si tratta di un periodo fondamentale per il suo corretto sviluppo immunologico e psico-fisico.
I nostri gattini crescono in ambiente familiare e sereno, liberi e stracoccolati, quindi abituati al contatto umano.
Saranno cosi da grandi dei teneri micioni dal temperamento dolce, affettuoso ed equilibrato che contraddistingue questa splendida razza.
Tutti i cuccioli lasceranno la loro mamma solo dopo il compimento del 84° giorno, svezzati e abituati alla lettiera; muniti di Libretto Sanitario con ciclo vaccinale completo e Certificato Medico, Microchip, Pedigree Anfi e passaggio di propietà .

Quanto costa allevare? ⇒ ⇒
Sta per arrivare un gatto in casa cosa fare :

Per prima cosa, prendiamolo nel fine settimana, facciamo in modo che si ambienti quando ci siamo anche noi. Mettiamo tutte le sue cose : giochini, un cesto con dei cuscini morbidi, il tiragraffi, la lettiera, e distante ma nella stessa stanza le ciotole con acqua, croccantini e piattino per l'umido; portiamo il gatto nella stanza prescelta tenendo chiuse le porte. Lasciarlo lì per qualche giorno gli consentirà di esplorare l’ambiente e di individuare quella che sarà la sua “tana”, che è il posto che gli abbiamo preparato e quello migliore, ai suoi occhi. Nei giorni successivi poi, se vogliamo, potremo farlo procedere nelle altre stanze della casa. Per evitare che si spaventi, inoltre, sempre avvicinarsi a lui con calma e anche prenderlo in braccio, facendo attenzione a non strattonarlo e rischiare di farlo cadere o spaventare. .

Pet therapy: i benefici della compagnia di un animale:

Difatti, già nel terzo millennio a. C., un medico greco diceva che per curare l’insonnia bisogna andare a cavallo.
Da sempre, insomma, l’uomo è consapevole del benefico effetto che la compagnia di un animale può portare alla psiche umana. Anche se le radici di questo tipo di intervento sono lontane nel tempo, la diffusione di questo tipo di terapia è recentissima.
Pet therapy: i benefici della compagnia di un animale

E’ stato solo negli anni settanta che si è cominciato a considerare con attenzione il rapporto uomo animale, sia in campo psicologico che medico. Tutto è nato casualmente dall’incontro tra un cane di uno psichiatra ed un bambino autistico, che iniziando a giocare con l’animale, interruppe il suo isolamento con il mondo esterno. Da allora la pet therapy ha visto aumentare ogni giorno di più i suoi sostenitori ed oggi è praticata in molti contesti ed in moltissime parti del mondo.
Questo tipo di approccio si è rivelato efficace soprattutto come sostegno alla cura della depressione e dell’ansia, ma è utile anche nei casi di malattie psicologiche più serie come la schizofrenia. Gli studi condotti sulle persone sottoposte a questo tipo di trattamento ne hanno ampiamente dimostrato la sua efficacia.
La presenza di un animale, può svolgere la funzione di ammortizzatore in particolari condizioni di stress e di conflittualità e può rappresentare un valido aiuto per pazienti con problemi di comportamento sociale e di comunicazione, specie se bambini o anziani, ma anche per chi soffre di alcune forme di disabilità e di ritardo mentale e per pazienti psichiatrici.
Alcuni studi condotti hanno dimostrato che accarezzare un animale, oltre ad aumentare la coscienza della propria corporalità, essenziale nello sviluppo della personalità, si rivela utile per la riduzione della pressione arteriosa, contribuisce a regolare la frequenza cardiaca, calma la tensione muscolare, riduce l’ansia, attenua la depressione e aiuta a combattere lo stress.
La relazione affettiva che si creerà tra uomo e animale, avrà effetti positivi su tutta l’emotività del paziente.